Comunicazione & collaborazione integrata: la comunicazione che genera valore E-mail
Scritto da RdM   
Lunedì 20 Settembre 2010 15:11

In un contesto competitivo sempre più veloce e imprevedibile come quello attuale aumenta il bisogno delle persone di creare ambienti virtuali per collaborare in modo efficace e flessibile, anche al di fuori degli schemi organizzativi formali ed in condizioni di mobilità.
Le tecnologie di Unified Communication & Collaboration agiscono in questa direzione, supportando la gestione di ogni tipo di comunicazione, interna ed esterna all’impresa, in modo unitario e indipendente dai mezzi adottati per veicolarne i contenuti attraverso infrastrutture e strumenti integrati. Tali soluzioni permettono una gestione unificata dei diversi canali di comunicazione con importanti benefici a livello aziendale.

I servizi di Unified Communication & Collaboration possono essere classificati in quatto categorie:

 

• servizi di comunicazione: offrono funzionalità orientate alla gestione delle comunicazioni sui diversi canali supportati, quali e-mail, telefonia fissa (sostituendo o integrando la telefonia tradizionale con il protocollo VoIP - Voice over IP), telefonia mobile, SMS, videofonia, Instant Messaging (IM), chat;
• servizi di presence: permettono di conoscere la disponibilità delle persone sui diversi canali, di indicare se una persona è disponibile a comunicare, ed eventualmente di inoltrare automaticamente la comunicazione sul canale di contatto più opportuno;
• servizi di conferencing: consentono di realizzare meeting remoti su Internet mediante sessioni live con voce, video e chat condivise tra più utenti;
• servizi di live collaboration: permettono di condividere in tempo reale slide e documenti, il desktop e le applicazioni con possibilità di visualizzare e lavorare in contemporanea su oggetti condivisi.

Obiettivo del workshop è approfondire il tema della Unified Communication & Collaboration, fornendo evidenze sui seguenti aspetti:
• la diffusione degli strumenti e gli scenari evolutivi;
• gli investimenti sostenuti ed i piani di sviluppo;
• le scelte ed i modelli di governance (sponsor, ruoli nello sviluppo e nella gestione,policy e standard, ecc.);
• gli obiettivi, gli impatti strategici ed organizzativi ed i benefici che permettono di giustificare le iniziative;
• le principali barriere e criticità nei diversi progetti.